1

cars omegna

OMEGNA- 13-06-2018- Dopo la realizzazione nel 2014 dell’opera d’arte pubblica “V” di Simone Tosca dipinta sulla facciata di una palazzina lungo il torrente Nigoglia e la recente inaugurazione (maggio 2017) dell'installazione scultorea “Il tuo nome è per sempre” di Giacomo Lion collocata nel nuovo Parco Lamberto, C.A.R.S – Cusio Artist Residency Space, branca del contemporaneo dell’Associazione Culturale Mastronauta è lieta di annunciare i vincitori del nuovo Concorso per la realizzazione di una terza opera pubblica permanente per la Città di Omegna realizzata con il contributo della Fondazione CRT (Bando Esponente 2017). Le candidature al bando si sono chiuse il 10 Marzo 2018. In accordo con l'amministrazione della Città di Omegna l'opera oggetto di concorso doveva essere fruibile in forma di seduta pubblica, in armonia con il contesto ambientale, con la poetica tematica del Lago d’Orta e con l'identità storico/artistica/paesaggistica inerenti la città di Omegna stessa. Le caratteristiche privilegianti nella selezione sono state anche la durabilità, minima o nessuna opera di manutenzione, facilità di uso ed apprezzamento, sicurezza e comfort per l’utenza finale, economicità. Il bando ha visto coinvolti artisti, architetti, designer, decoratori, scenografi, creativi senza limiti di età che hanno partecipato numerosi all’iniziativa. Dopo attente valutazioni del comitato C.A.R.S., sentito il giudizio del consiglio di quartiere Bagnella e a seguito delle consultazioni con gli assessori al turismo e alla cultura della città di Omegna, il Comitato è lieto di annunciare l'esito del bando di concorso per l'opera di arredo urbano per la Città di Omegna che, grazie al contributo della Fondazione CRT, sarà collocata all'interno di una rotonda panoramica prospiciente il porticciolo del lungolago Gramsci in località Bagnella ad Omegna. Gli autori del progetto vincitore sono Oscar Turri (Garbagnate Milanese, 1987) e Ferdinando Andreoli (Varese, 1955) che si aggiudicano il premio per la realizzione dell'opera "il Luogo del Narrare (Terrazza del Racconto)" così da loro descritta: "Omegna ed il lago d’Orta, luoghi di carattere Romantico che si accompagnano a molteplici narrazioni. Leggende antiche e moderne, raccontano di mostri acquatici, di un fume che sfida il buonsenso, di esploratori scomparsi, di rinvenimenti misteriosi di ossa preistoriche di grandi sauri, del volo di un Santo sulle acque, di un ragioniere tanto amante del nuoto da diventar Pesce, nonché dell’eternarsi della vita nella costante rinascita di un nobile locale e di un lago che è morto ed è rinato grazie al buonsenso di una collettività. Il progetto “il Luogo del Narrare – Terrazza del Racconto” intende offrire alla collettività un luogo intimo, al contempo aperto sulla grande scena della magnifica tela paesaggistica, per il “narrare” come forma di trasmissione orale e dono collettivo” Il progetto prevede la realizzazione di una serie organica e, solo apparentemente, casuale di sedute difuse in cementi colorati in massa in forma altamente mimetica (tecnica a colaggio) di cuscini e “cuscinoni” d’arredo distribuiti ad arredare propriamente lo spazio pubblico quale “memoria ed imitazione” dell’interno intimo di una camera per ragazzi. Questo “teatro” di narrazione e storytelling, che è proscenio di un fondale d’eccellenza, il lago ed il Mottarone, si anima con letture e “conte” aggregando il pubblico che, in modo amicale, trova comodità casuale, in una dislocazione di sedute afatto rigida e molto rilassata." La posa dell'opera, previa approvazione della commisione paesaggistica, è prevista per il prossimo autunno.

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.