1

diminuzione migranti

OMEGNA- 28-06-2018- Scende da 70 a 40

il numero di migranti ospitato ad Omegna nei due centri gestiti dalla Cooperativa Azzurra. L'annuncio è stato dato questa mattina in una conferenza stampa alla quale hanno preso parte sia l'Amministrazione Comunale che la Cooperativa. "In accordo con questa Amministrazione che, fin da subito, ha riconosciuto il nostro impegno sul territorio- ha confermato Alessandro Savino, Responsabile Amministrativo e membro del Cda di Azzurra Onlus- , abbiamo mantenuto i 46 richiedenti asilo che gestiamo alla Madonna del Sasso e proposto una riduzione di 30 persone qui a Omegna. Il tutto per attuare il progetto con finalità turistico-sociale perseguito fin dall'acquisto dello stabile di via Zanoia, avvenuto a fine 2014. Da 4 anni ormai la nostra Cooperativa gestisce la situazione dei richiedenti asilo in collaborazione con il Comune ma non a fine di business o di lucro".

Come sottolineato da Sabrina Proserpio, Assessore ai Servizi Sociali e all Politiche dell'Assistenza del Comune di Omegna: "Abbiamo trovato in Azzurra un Cooperativa attenta a non 'lucrare' sul business dei migranti ma a presidiare, con il Comune, lo stesso territorio sul quale noi tutti residiamo. Come Amministrazione siamo favorevoli all'accoglienza a patto che venga gestita in maniera corretta, ovvero nel pieno rispetto di chi viene accolto ma anche di chi accoglie. L'obiettivo si conferma la creazione sinergica di situazioni di coesistenza sostenibile, ed è in quest'ottica che ci siamo mossi. Accogliere vuol dire essere aperti verso gli altri senza perdere di vista il rispetto delle nostre tradizioni e l'equilibrio della nostra comunità. Ci auguriamo che la diminuzione del numero di richiedenti asilo sul nostro territorio sia un primo passo verso una vera forma di integrazione".

Parole riprese anche da Valentino Zullo, sempre della Cooperativa Azzurra: "Un numero ristretto di migranti, e 40 è il numero ottimale, ci permette di seguire meglio queste persone e integrarle nelle nostre realtà. Molti degli ospiti attuali hanno trovato lavoro qui e altri sono impegnati in associazioni di volontariato. L'integrazione parte, inevitabilmente, dal numero di persone che vengono ospitate nei vari centri. Più è alto il numero dei richiedenti ospitati, meno è facile coinvolgerli".

"C'è grandissima soddisfazione- le parole del Sindaco Paolo Marchioni- per il raggiungimento di un obiettivo che ci eravamo prefissi in campagna elettorale e che ora è la normalità".

I 40 ragazzi richiedenti asilo verranno equamente ospitati nei due centri: l'ex Albergo Vittoria e lo stabile di via de Angeli. 

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.