1

ome

OMEGNA – 10-07-2018 – Tiene banco in città la polemica

sull’intitolazione di una porzione di piazza Martiri della Libertà al Generale Armando Diaz. La proposta della maggioranza del sindaco Marchioni (Lega) ha diviso Omegna tra pro e contro. In consiglio comunale il gruppo di Forza Italia ha espresso un parere favorevole all’ordine del giorno a patto, però, che il Generale definito “ministro fascista” dalle opposizioni, venga omaggiato con la posa di un elemento commemorativo che non snaturi la storicità del luogo.

“La piazza resterà per metà omaggio ai Caduti delle guerre – dice a Cusio24 Giulio Capriata di Forza Italia – e per l’altra al Generale, nell’anno del suo centenario. L’ho detto in aula e lo ribadisco qui: non si vuole con questa scelta offendere la memoria partigiana. Anzi, lo affermo da storico, la lotta partigiana è stata fondamentale per la salvezza del nostro Paese. Ci sono, però, tutte le condizioni logistiche perché questo passaggio avvenga in maniera indolore – spiega Capriata – visto che piazza Martiri della libertà, più che una piazza, è un vero e proprio slargo e c’è, quindi, spazio per tutti. Diverso sarebbe stato, per esempio, se il luogo fosse stato circolare, allora sarebbe stato più complicato”.

Sulla posizione di FI, per la cronaca, si è assestata anche la lista civica “Omegna nel cuore”. Per Capriata non ci sono problemi. “Parliamo di due eventi storici importanti, per cui è inutile schierarsi a priori, qui la politica c’entra poco, meglio analizzare la storia e fare la scelta più sensata per la città”.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.