1

Mergozzo veduta

MERGOZZO - 10-05-2019 - Il ciclo di appuntamenti culturali “La pietra racconta” approderà sabato 11 maggio a Mergozzo, nell’antica latteria oggi trasformata in sede eco-museale polivalente. "Le iscrizioni greche del Piemonte e una 'misteriosa' epigrafe da Omegna" è il titolo di un incontro che si terrà alle 17 nella sala conferenze della ex latteria, inaugurata a marzo scorso. Oggetto dell’iniziativa è un frammento di marmo con iscrizioni greche, finora non tradotte, rinvenuto circa mezzo secolo fa nel Lungolago Gramsci di Omegna durante alcuni lavori edilizi. L’incontro, organizzato grazie alla sinergia tra l’Ecomuseo del Granito, il GAM e Museo di Mergozzo e il Museo Granum di Baveno, vuole essere occasione per svelare il significato dell’iscrizione, sottoposta per iniziativa della funzionaria archeologa Elisa Lanza agli studi di Enrica Culasso, docente di Storia ed Epigrafia greca presso l’Università degli Studi di Torino. Oggi il frammento è conservato proprio al “Mu.Me.”, il Museo Archeologico del piccolo centro lacustre. L’antica latteria fu costruita nel 1883 dal locale Consorzio allevatori; cessò la sua attività nel 1971 e già pochi anni dopo, nel 1979, ospitò una mostra temporanea di materiali donati dalle famiglie del paese al Gruppo Archeologico di Mergozzo. Restaurata a cura del Comune, con il contributo di Fondazione Cariplo, è divenuta sede dell’Ecomuseo del Granito e spazio polivalente, dotato di sala conferenze e sala per le attività laboratoriali del “Mu.Me.”. 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.