1

lourdes

OMEGNA - 12-02-2020 - Una settimana di profonda devozione mariana

è stata questa a Omegna e nel Cusio, vissuta con intensi momenti di preghiera in comunione con gli ammalati ed il personale medico e d’intesa con i volontari e i loro familiari. L’Oftal cusiano, nel pomeriggio di domenica 9 Febbraio, si è ritrovato presso l’Ospedale cittadino dove il Cappellano don Ugo Peretti ha tenuto una celebrazione per tutti gli ammalati ricoverati assieme al personale sanitario in occasione della 28° Giornata Mondiale del Malato.


Martedì 11, Festa liturgica della Madonna di Lourdes, è stata la volta della Casa di Riposo “Lagostina” con alle 15 una messa per tutti i residenti a cui ha fatto seguito l’Unzione degli Infermi. Dopo la cerimonia vi è stato poi tempo per un momento di convivialità fra gli intervenuti e per una simpatica visita a tutti i degenti della casa.


Alle 18, infine, presso la Collegiata di Sant’Ambrogio il parroco don Gianmario Lanfranchini ha tenuto l’ormai collaudata concelebrazione solenne per tutta la comunità cusiana e condecorata dalle Dame e Barellieri dell’Oftal coordinati con le voci del Coro UNI3.
“ I componenti del gruppo Oftal Omegna-Cusio – spiega Angelo Sacco, uno dei responsabili – sono circa una quarantina e i nostri volontari sono presenti tutto l’anno negli ospedali e nelle case di riposo della zona per aiutare ed accudire i più bisognosi come pure, con zelante alacrità, sono al fianco degli ultimi, dei dimenticati da sempre e dagli esclusi da tutto.
Quest’anno l’Oftal cittadino ha realizzato l’illuminazione notturna della cappella dedicata alla Madonna di Lourdes posta  a lato della collegiata di Sant’Ambrogio ”.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.