1

rsa lagostina

OMEGNA - 07-04-2020 -- La direzione della

Fondazione “Massimo Lagostina” rende conto di come si stia operando nella residenza di Omegna per fronteggiare la minaccia Covid.
"A fronte di alcune febbri manifestate da operatori, è stato richiesta l’effettuazione del tampone a cura del medico di medicina generale nonché il preventivo confinamento al proprio domicilio di detto personale - si legge nel comunicato -.
Successivamente, si è concordato e deciso di agire in autonomia per accorciare i tempi ed evitare l’eventuale diffondersi del Covid19. In accordo con gli organi di cui sopra (ASL), si è provveduto ad avere tutto il necessario per l’effettuazione die tamponi.

Sabato 4 aprile tutto il personale di Omegna (nessuno escluso) è stato convocato dalle ore 10 alle ore 14 e sono stati fatti tutti i tamponi in totale autonomia da un team infermieristico della Fondazione “Massimo Lagostina” guidato dalla coordinatrice infermieristica interna, al quale aveva erano ovviamente state fornite tutte le protezioni (D.P.I.) necessarie allo scopo.
Lunedì 6 aprile, lo stesso team infermieristico interno, composto da 8 infermiere con le stesse precauzioni e i DPI necessari hanno provveduto alla effettuazione dei tamponi a tutti gli ospiti presenti in Struttura.
Per quanto riguarda gli operatori, abbiamo avuto riscontro di alcune positività (con un certo numero di asintomatici), provvedendo al domicilio coatto obbligatorio fino al decorso della quarantena e la guarigione, secondo le indicazioni sanitarie.
Fin dall’inizio dell’emergenza, a tutto il personale sono stati forniti i DPI e le protezioni raccomandate per la situazione.

Per quanto attiene gli ospiti siamo in attesa dei riscontri diagnostici.

Si precisa che, ovviamente, saranno informate esclusivamente le famiglie di coloro che risultassero positivi al tampone.

Nella giornata di lunedì 6 aprile, la psicologa coadiuvata dall’animatrice ha provveduto a contattare le famiglie degli ospiti di Omegna sia per ragguagliare sull’andamento del singolo parente, sia per dare conto di come ci si sta muovendo, pur nel difficile quadro".

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.