1

striplife gaza
AMENO - 21.09.2015 - Il “Forcone d'oro”,

per la sezione “mietitura”, è andato a “Striplife - Gaza in a day” di Nicola Grignani, Alberto Mussolini, Luca Scaffidi, Valeria Testagrossa e Andrea Zambelli. La giuria composta da Nino Battaglia, Jacopo Chessa, Ilaria Feole, Raffaella Mantegazza e Joseph Péaquin ha scelto quest'opera "per la capacità di entrare in una realtà sociale e culturale complessa, riuscendo a non cadere nelle trappole degli stereotipi della comunicazione contemporanea e mostrando la quotidianità di uno stato d'assedio".

Ieri sera è stato il museo “Tornielli” di Ameno a ospitare le premiazioni della sesta edizione del festival del cinema rurale “Corto e fieno”.

Il “Rastrello d'oro”, riservato al vincitore della sezione “frutteto”, è stato invece assegnato a “Shepherd service” di Zorica Petrovic "per la capacità di restituire le contraddizioni e i conflitti di un territorio attraverso il ritratto, mai estetizzante, di un personaggio autentico". Apprezzata anche la messa in scena "che procede per sottrazione raggiungendo una solida compiutezza formale".

Lo “Zappino d'oro”, il riconoscimento speciale della commissione giudicatrice intitolato a Maria Adriana Prolo, è invece toccato a “The right way” di Emilio Yebra García "per il tocco lieve con cui affronta temi che coinvolgono l'umanità intera, l'ironia e la qualità dell'animazione frutto di un lavoro artigianale e mai conformista".

Ecco poi la “Vanga d'oro”, il premio del pubblico: a finire sotto i riflettori “Contadini di montagna” di Michele Trentini.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.