1

miasino castello
MIASINO – 17.04.2016 – A febbraio è stato

definitivamente sottratto alla camorra e riconsegnato alla comunità (nella foto la cerimonia ufficiale) e ora s’avvia verso la sua nuova vita. È il castello di Miasino, la villa di proprietà della famiglia del boss Galasso che dopo una lunga trafila è diventato di proprietà della Regione Piemonte che nei giorni scorsi ne ha stabilito le funzioni. Prossimamente il castello, già struttura turistica, diverrà un polo non solo ricettivo, ma legato ai prodotti locali e alle attività sociali. Nelle intenzioni della giunta Chiamparino il castello sarà una struttura indipendente economicamente, che accoglierà feste e ricevimenti ma potrà anche sviluppare attività ecoturistiche sfruttando le aree verdi e gli orti e puntando sul “chilometro zero”. E avrà anche un filone ludico e ricreativo imperniato sulla promozione della cultura della legalità. Il gestore sarà scelto tramite bando pubblico.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.