1

car gen 17
OMEGNA – 11.01.2017 – Sembra una scena

dell’Ultimo capodanno dell’anno, uno dei romanzi più celebri di Niccolò Ammaniti, racconto di una folle notte di San Silvestro. E folle è stata davvero quella che ha avuto per protagonista un 27enne cusiano e una coppia di ventiduenni moldavo-ucraina. Il primo, dopo aver ecceduto con l’alcol nei brindisi (il suo tasso alcolico risulterà di 1,86 grammi per litro), a Omegna finisce da solo con la sua Nissan Micra contro un muretto. È in difficoltà sulla strada, chiama alcuni amici, il carro attrezzi. In quegli istanti concitati è di passaggio la vettura dei due giovani dell’est Europa, che a bordo hanno anche un minore, parente di uno dei due. Si fermano, chiedono se serve aiuto ma l’alcol e le incomprensioni fanno scoppiare un diverbio che termina a pugni. Il cusiano colpisce il moldavo, che risponde addentandogli l’anulare della mano destra e strappandogli a morsi una falangetta. Mentre il ragazzo ebbro finito contro il muretto con l’auto il primo giorno dell’anno va in ospedale, i due se ne vanno. I carabinieri della stazione di Omegna che raccolgono la denuncia e cercano di ricostruire la vicenda ricevono nei giorni successivi la visita della ragazza ucraina che, col suo avvocato, si autoaccusa. Tutti e tre finiscono denunciati.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.