1

forum omegna

OMEGNA- 14-04-2017- Veniamo al confronto ma... I candidati sindaco di Omegna Mauro Empolesi, Paolo Marchionni, Mimma Moscatiello e Maria Gabriella Strino chiedono a Alessandra Cuoretti di togliersi dall’organizzazione della serata del 5 maggio i ncui ci sarebbe dovuto essere un pubblico confronto al Forum: "In aprile- spiegano quattro candidati sindaco in corsa per le elezioni amministrative di Omegna -abbiamo ricevuto un invito a partecipare a un confronto pubblico al Forum, previsto per il 5 maggio alle ore 21, su temi riguardanti i quartieri di Omegna.

Il presente comunicato stampa, sottoscritto dai candidati sindaco Mauro Empolesi, Paolo Marchioni, Mimma Moscatiello e Maria Gabriella Strino, chiede una revisione dell’organizzazione dell’evento. I candidati concordano sull’importanza della serata e ritengono fondamentale il poter parlare direttamente alla popolazione omegnese. Si tratta di un’apertura dialogica di valore per informare il voto dei cittadini che, in base alle risposte dei candidati, decideranno come esprimersi l’11 di giugno.

I candidati ritengono, invece, incompatibile con la natura dell’evento il fatto che esso sia organizzato da Alessandra Cuoretti che, si legge dalla email ricevuta, ha il ruolo di presidente del consiglio di quartiere Omegna centro, e di coordinatrice dei consigli dei quartieri. Alessandra Cuoretti si candida nella lista del PD e, da anni a questa parte, supporta attivamente l’operato dell’Associazione “Adesso! Noi ci siamo Omegna!” e della relativa lista civica “Noi ci siamo per Omegna”, a favore della candidatura di Maurizio Frisone.

Si fa appello ai Quartieri e si richiede ad Alessandra Cuoretti di togliersi dall’organizzazione della serata del 5 maggio 2017 per l’evidente mancanza di neutralità necessaria al confronto oggettivo delle varie proposte dei candidati. Si richiede, inoltre, che ella dia le dimissioni dalle sue attuali funzioni di coordinatrice dei consigli dei quartieri, anche questo un ruolo che -soprattutto in clima di elezioni - presuppone una neutralità di giudizio tale da non influenzare in positivo o in negativo l’immagine e le proposte dei candidati.

Chiediamo inoltre che l’incontro sia moderato da persona che garantisca imparzialità per tutti i candidati, eventualmente prescelta unitariamente nell’ambito dei giornalisti locali".

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.