1

muri legro

LEGRO DI ORTA- 13-07-2018- “Accademia delle Arti e del Muro Dipinto”, questo il nome della realtà che a Legro -frazione di Orta San Giulio- ha fatto e sta facendo grandi cose per i famosissimi Muri Dipinti, vanto di Legro e, forse inutile dirlo, non solo della frazione cusiana.

Quella di Legro ovviamente non è una realtà unica e isolata, molti altri sono i comuni che hanno gallerie en plein air, Legro però ha la particolarità di ospitare quest’Associazione che è mente e cuore di tutta una serie di iniziative e progetti atti a valorizzare sempre di più questi Muri e l’enorme valore che hanno per l’intero territorio.

I Muri di Legro sono a tutti gli effetti un’eccellenza dal punto di vista artistico, culturale e turistico, creano turismo e sono una risorsa importante per l’economia cusiana.

Come in tutte le situazioni è però importante fare rete e creare occasioni di comunicazione e dialogo fra realtà simili affinché si riesca ad uscire dall’ottica individualista e si ragioni in maniera più ampia.

Fabrizio Morea, presidente dell’Associazione “Accademia delle Arti e del Muro Dipinto”, lo sa molto bene e ha le idee ben chiare su cosa fare.

Nei giorni scorsi ha organizzato un incontro con i giornalisti atto proprio a far conoscere i suoi progetti e le sue intenzioni -a breve e lungo termine- per dare nuovo slancio alla realtà legrese.

A dirla tutta Morea non è mai stato fermo…si è, infatti, sempre speso per i “suoi” muri e nel corso degli anni ha realizzato moltissimi progetti.

Ora è un momento nuovo e particolare in cui le idee, anche se buone e meritevoli di attenzione, da sole non bastano e quindi servono risorse.

Questo è da sempre il grande problema: la mancanza di fondi blocca inevitabilmente anche le menti più attive e si rischia la fossilizzazione di progetti che meriterebbero di decollare.

Morea non ci sta a far vivere nel limbo i famosissimi Muri e quindi, per trovare i finanziamenti necessari, ha deciso di utilizzare il crowdfunding, oggi tra le forme più diffuse ed efficienti di finanziamento di progetti imprenditoriali e creativi.

L’obiettivo di Morea è quello di riuscire a trovare le risorse necessarie per finanziare la realizzazione di nuove opere nella “Galleria degli Artisti” dedicata ad attori e registi i cui nomi sono legati a produzioni cine televisive realizzate nelle province piemontesi.

Questa galleria a cielo aperto s’inserisce nel progetto “Muri d'Autore”, che si compone di una cinquantina di murales di artisti internazionali che ripercorrono la storia del cinema e della TV legata alle province di Novara, Vercelli, Verbania.

E’ stato fatto un bando, un concorso d’idee che scadrà il prossimo 26 luglio 2018, attraverso il quale l’Associazione si apre ad artisti contemporanei senza limiti di età, sesso, nazionalità o altra qualificazione che vogliono partecipare alla nuova edizione di “Muri d’Autore 2018” con una propria opera avente per tema i soggetti censiti dall’Associazione stessa.

Questo bando è composto da due sezioni distinte: una riguarda la “Galleria degli Artisti” l’altra riguarda i “Muri d’Autore 2018”.

Per avere maggiori informazioni su questo concorso, sul crowdfunding, e più in generale su tutte le attività dell’ “Accademia delle Arti e del Muro Dipinto”, si può visitare il sito internet dell’Associazione www.accademiadeimuridipinti.com oppure si può contattare direttamente Fabrizio Morea e il suo staff chiamando il 335.6509294 o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fabrizio Morea si esprime anche su un incontro che si è tenuto all’inizio di questa settimana a Torino, queste le sue parole: “Le iniziative che “Accademia delle Arti e del Muro Dipinto” sta elaborando per l’autunno in vista del ventesimo compleanno dei Muri d’Autore di Legro sono state presentate lunedì 9 a Torino in un incontro a con il direttore di Film Commission Torino Piemonte, Paolo Manera e l’assessore regionale alla cultura, Antonella Parigi.

Nei prossimi giorni saranno ufficializzate le modalità di collaborazione reciproca tra “Accademia” e FCTP mentre, dall’assessore regionale si sono avute alcune importanti indicazioni su come seguire le procedure per ottenere fondi sulle iniziative in pectore. Per settembre -continua Morea- si conferma la collaborazione di Film Commission per organizzare a Legro un incontro pubblico con il regista Pupi Avati, autore di tanti racconti di vita di provincia e non solo. Ad Avati sarà anche presentato un dossier contenente due proposte di film da realizzare tra Piemonte e Liguria che interessano il lago d’Orta.”

r.a.

Photo Credits: Toma Cinzia Fotoclub “Lo Specchio del Lago”

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.