1

App Store Play Store Huawei Store

pettenasco panchina 1

PETTENASCO- 15-03-2022 -- Si è svolto sabato 12 marzo a Pettenasco l’evento “Donne di lago” voluto dall’Amministrazione comunale per omaggiare e ringraziare le donne che hanno il lago d’Orta nel cuore e che, ciascuna con la propria competenza, sensibilità e determinazione, hanno contributo in passato e contribuiscono ancora oggi ora a valorizzare il territorio.

Vittoria Sincero è stata la protagonista della prima dedizione dell’evento pettenaschese e proprio a lei, giornalista, scrittrice e Cusiana Benemerita nel 2000, morta nel 2020 alla vigilia dei 100 anni, il Comune di Pettenasco ha voluto dire grazie ricordando quanto professionalmente e umanamente ha fatto per la valorizzazione di un territorio del quale non si è mai solo limitata a raccontare l’evoluzione della società.

Nel pomeriggio di sabato è stata dapprima inaugurata la “panchina rossa” donata da Conad a testimonianza  dell’impegno costante e concreto contro la violenza e la discriminazione nei confronti delle donne e poi è stata scoperta la targa in onore di Vittoria Sincero a cui ora è dedicato un angolo delizioso della passeggiata lago di Pettenasco, un luogo particolarmente suggestivo dal quale lo sguardo può abbracciare un panorama di rara bellezza.

A Vittoria Sincero, iscritta all'Albo dei Giornalisti  dall'8 febbraio 1949, il Comune di Pettenasco ha anche dedicato, sempre nella giornata di sabato 12 marzo, un convegno, un’occasione importante per riflettere su quanto lei, una delle prime donne a intraprendere una professione -quella giornalistica- un  tempo quasi esclusiva degli uomini, ha fatto con professionalità e passione.

Nel corso della conferenza introdotta e moderata da Vincenzo Amato sono intervenuti Lorenzo del Boca che ha sottolineato la grande valenza di Vittoria Sincero, una giornalista che è  stata in grado di riempire di contenuti significativi le pagine locali de “La  Stampa” e che grazie alla sua profonda conoscenza della realtà locale  ha sempre raccontato -rendendole interessanti- tradizioni, usanze e gastronomia; Federico Poli che ha  evidenziato l’importante  ruolo di Vittoria Sincero nel recupero del Sacro Monte di Orta con la campagna “Adottiamo una statua” del 1975 e Antonio Morea che ha raccontato aneddoti e momenti particolari di quando la giornalista  si fermava al Riviera di via Legro.
Chiara Fornara, infine, ha portato all’attenzione dei presenti delle riflessioni sulle donne soffermandosi dapprima sul loro sorriso inteso come disposizione dell’anima e poi sul fatto che ancora oggi, purtroppo, a causa di tragiche e incomprensibili follie maschili, sono costrette a  scappare dalla propria casa, dal proprio paese, dalla propria terra… e il pensiero è andato ovviamente all’Ucraina, terra devastata dal dolore.

r.a.

 

pettenasco_3.jpgpettenasco_2.jpg

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.